La banconota: un capolavoro a portata di mano

500 euro

Parlando di banconote si pensa immediatamente al loro valore di acquisto, pochi sanno che la banconota è una vera e propria opera d’arte, basti sapere che per fabbricarla ci vogliono ben 45 giorni!

Tutto ha inizio nelle carterie specializzate che producono fogli provvisti di filo di sicurezza e filigrana, elementi visibili solo in controluce.

Il centro Guido Carli di Roma è il secondo scenario di questa storia: è la sede dove ogni singolo foglio, che non è fatto di semplice carta ma di puro cotone, si trasforma nelle banconote che ben conosciamo.

I fogli passano in un macchinario che ha la caratteristica di stampare su entrambi i lati simultaneamente con diversi inchiostri che per asciugare impiegheranno 10 giorni. Solo  trascorso questo tempo sarà il momento della serigrafia, ovvero l’impressione del valore nominale della banconota. Verrà poi applicata la placchetta olografica. Sono già passati 20 giorni da quando i fogli sono arrivati a Roma ed è il momento in cui, mediante una fortissima pressione esercitata da matrici, viene applicato sul foglio l’inchiostro, in gergo è il momento della calcografia, che ha lo scopo di creare quei rilievi che maneggiando una qualsiasi banconota -purché autentica, s’intende- possiamo sentire con l’unghia. Il passaggio finale, dopo i giorni trascorsi necessari all’ultima asciugatura, è la stampa dei numeri di serie. A questo punto i fogli saranno scansionati da macchine,  frutto di invenzioni italiane, che evidenzieranno se ci sono o meno imperfezioni invisibili a occhio nudo, infine, se promossi verranno tagliati, riunite in mazzetti da 100, a loro volta suddivisi in confezioni da 1000, ognuna di queste confezioni verrà fotografata e schedata e la documentazione resterà per dieci anni negli archivi della Banca d’Italia.  Le banconote verranno poi custodite nella Sacrestia, sezione del centro Guido Carli che funge da cassaforte dove lavorano solo robot .

Ed ecco qualche numero per chiarirsi le idee sul lavoro instancabile del centro Guido Carli:

-ogni giorno, al centro Guido Carli,  nascono milioni di banconote, sufficienti a coprire ben 7 campi da calcio.

-Durante il momento della serigrafia i fogli passano attraverso le macchine a una velocità sorprendente, nell’ordine dei 9000 all’ora.

-durante l’ultimo controllo le macchine verificano 4o banconote al secondo.

- In ogni scatola depositata nella Sacrestia ci sono 10000 banconote ed ogni scatola pesa 9 kg.

La prossima volta che pagherete con una banconota la guarderete ancora come fosse solo un semplice pezzo di carta?