NUOVE IDEE DI MARKETING: IL “NOLEGGIATORE DI POLLI”

Rent the chickenn

Scritto da Katia Giannini, studentessa del liceo classico Giulio Cesare, svolge il progetto di alternanza scuola-lavoro presso Sbankiamo

In un periodo storico in cui la disoccupazione imperversa è sicuramente necessario inventare nuovi lavori in grado di incontrare l’approvazione del pubblico e che soddisfino i desideri di una società sempre immersa nello stress. Una soluzione interessante proviene dalla Pennsylvania dove Phil Tompkins e sua moglie Jenn hanno inventato la professione del noleggiatore di polli.

Con questa società, chiamata “Rent the Chicken”, si offrono di noleggiare polli alle famiglie che vorrebbero allevarne ma che per inesperienza non si sentono di comprarne. Infatti non sono rari i casi in cui sono stati acquistati polli troppo giovani per produrre uova, di una specie non in grado di produrne, o il cui mantenimento, per l’età avanzata, costi troppo in proporzione alla scarsa produzione di uova. I poveri animali vengono quindi abbandonati e ceduti a fattorie specializzate.

Grazie a questo nuovo metodo, le inesperte famiglie possono invece ricevere in affidamento polli della giusta specie ed età per produrre uova e, se alla fine del periodo di noleggio sono soddisfatte, possono tenere gli animali e gli armamentari ricevuti, oppure possono restituirli senza alcuna conseguenza negativa.

Questa originale iniziativa permette quindi alle famiglie americane –al momento, infatti, il progetto è diffuso solamente in America- di nutrirsi con alimenti sani, ovvero uova covate da polli allevati da loro stessi, e di ristabilire un contatto con la natura che consenta loro di distrarsi dalla stressante vita lavorativa. Inoltre si limitano i casi di abbandono di polli e galline che si verificano dopo che le famiglie si rendono conto dell’effettiva difficoltà di allevare animali da cortile.